Questo sito utilizza cookie. Proseguendo la navigazione si acconsente al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy.
Informativa estesa         

Logo Ledha Milano

Coordinamento associativo della città di Milano
per i diritti delle persone con disabilità

Archivio notizie

23/05/2017

Torna il “Wheelchair Gp”, appuntamento il 1° luglio a Rozzano

Il gran premio per persone con disabilità su carrozzina elettrica. Un'iniziativa nata per gioco in un gruppo di amici e che oggi vede una partecipazione sempre maggiore.

Mancano poche settimane al prossimo “Wheelchair Gp”, il gran premio su carrozzina elettrica nato nel 2015 e che quest’anno – per la prima volta – è aperto anche alle donne. L’appuntamento, anche per questa nuova edizione, è il circuito di Rozzano (Milano). Sponsor e partecipanti sono raddoppiati, ma anche l'attenzione mediatica è cresciuta moltissimo. E pensare che all'inizio è nato tutto da una scommessa tra amici.

Tutto è nato quasi per caso, dall’idea di Michele Sanguine e di un gruppo di amici discendere in strada e gareggiare. “Poi abbiamo pensato di prendere in affitto una pista di Kart e mi è venuto in mente di cercare qualche sponsor”, aggiunge Michele.

Sarà un gran premio in piena regola, con tanto di ragazze ombrellino, premiazioni e conferenza stampa. Come una vera gara di formula uno ci saranno le gare di qualificazione cronometrate al millesimo per stabilire la griglia di partenza. Il 1° luglio ci saraà la gara vera e propria. Con i sorpassi in curva e tutto il resto.

E proprio come nella Formula uno, si dibatte se a fare la differenza in gara siano le prestazioni della “vettura” o piuttosto l’abilità del pilota. “Chi ha la carrozzina più veloce è avvantaggiato – spiega Michele Sanguine - però conta anche la capacità di guidare ovviamente”. 

Fabio Amenta, vincitore dello scorso gran premio, “è ancora il favorito. Ma quest'anno sarà più difficile, quindi è tutto aperto. Il circuito infatti è più lungo, non si gira più in un minuto e ce ne vogliono almeno cinque di più. Un altro papabile per la vittoria è Samuele Giampietro, terzo lo scorso anno. Ma anche Davide Lione, che ha sfiorato il podio nelle altre edizioni, sempre per una manciata di centesimi, è un pilota che promette filo da torcere. E non è detto che quest'anno non esca un nome nuovo” conclude Michele.

 

FISH - Federazione Italiana per il Superamento dell'HandicapLedha - Lega per i diritti delle persone con disabilità

LEDHA Milano - Coordinamento associativo della città di Milano per i diritti delle persone con disabilità
Via Livigno 2 - 20158 Milano - tel 02/6570425 - fax 02/6570426
www.ledhamilano.it - info@ledhamilano.it
Informativa sull'uso dei cookie
Realizzato da Head&Hands & MediaDesign